megaloop

in mostra

1980/2010 percorso espositivo e performance 
Centro culturale Altinate
Padova 8 maggio 6 giugno 2010
a cura di Riccardo Caldura con Pierangela Allegro e Michele Sambin

Megaloop nasce con l’intenzione di riallestire la scena dando nuova vita ad alcune tra le opere più significative di un vasto repertorio.
Non una sintesi del percorso compiuto, quanto piuttosto un’opera ancora.
L’allestimento espositivo è un itinerario tra gli eventi scenici creati da Michele Sambin & Tam Teatromusica, lungo un arco che va dal 1980 al 2010.
Si snoda attraverso una sequenza di sale, in cui trovano posto le opere riallestite grazie agli oggetti scenici e scenografici, le partiture e i disegni, le immagini fisse (fotografie) e quelle in movimento (videoproiezioni).

L'anello – come dispositivo tecnico, criterio compositivo, orizzonte poetico – indica un modo di lavorare il tempo nelle opere del Tam.
Il tempo quale dimensione del portare a compimento,possibilità di accadimento di un'esperienza, di una storia, di una vita.
Ma quello del Tam è anche una sorta di megaloop che unisce e mette in circolo trent'anni di ricerche e pratiche della scena.
La singola opera nella sua struttura interdisciplinare, le relazioni tra opere e stagioni diverse, l'insieme complessivo della vasta produzione si
configurano infatti in continui – segreti o manifesti – movimenti circolari.
( Fernando Marchiori in MEGALOOP L'arte scenica di Tam Teatromusica )

Dettagli